Cerca per parola chiave
 

homeprogettoviaggiatoredove sono sostenitoripillole contatti

Archivio Io Suono Italiano ?     archivio dal tango alla musica caraibica

Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.
 
 
Versione in italiano
El MARIACHI:
el icono musical de México famoso en todo el mundo.
Durante mi peregrinación en esta hermosa tierra, uno de mis deseos más fuertes fué entrar en el corazón de su fantastico mundo hecho de musica sin fin, a veces desafinada, lleno de alegria y fiesta, pero también de sacrificio y dedicación.


EL ANTECEDENTE: a enseñarme la verdadera vida de los Mariachi es el grupo Aztahuacan, que conocì gracias a algunos amigos mexicanos que para celebrar mi cumple (veas aqui), lo contrató para dedicarme las canciones típicas para la ocasión. El animo elegante y acogedor que caracteriza el verdadero mariachi ha hecho de manera que en poco tiempo me convertí de "víctima" a "cómplice" de su juegos musicales, ganando un lugar en la legendaria furgoneta que utilizan para moverse dentro del caótico D.F. (Districto Federal - Ciudad de México) para cumplir la serie de compromisos. Una ocasión única y rara!!

EL ANIMO MEXICANO: la actividad comienza durante la mañana y se prolonga hasta la noche, a veces sin parar.
La competencia es muy grande: hay docenas de grupos de mariachi que esperan en la Plaza Garibaldi o en otras zonas del DF, de recibir la llamada de un cliente.

En México, los pretextos para llamar a los Mariachi son muchos, digamos que cada oportunidad es la correcta: de un nacimiento a un funeral, de un casamiento a un divorcio, de un cumpleaño al día del santo, de la celebración por la victoria del equipo favorito a la "celebración" para la pérdida de la partida decisiva. En breve: para el bien y el mal, hay Mariachi.. por lo tanto, no hay falta de trabajo.

EL SECRETO DEL MARIACHI: dentro de la camioneta, entre un compromiso y el otro, los miembros del grupo Aztahuacan me revelan los secretos de sus trabajo. Me llama la atención sus disponibilidad para mí y el entusiasmo que demuestran en responder a mis preguntas curiosas. - «El secreto es simplemente divertirse! - Si nos divertimos, transmitimos la emoción, que inevitablemente infecta el cliente que nos paga y el éxito está garantizado». Es más fácil decirlo que hacerlo, porque esto significa que los inevitables momentos de fatiga o indisponibilidad tienen que desaparecer en frente del cliente. El Mariachi tiene que aparecer siempre alegre y enérgico; es el chamano de la fiesta mexicana.

LA SERENATA: luego de varias bodas, cumpleaños y otras ocasiones festivas, mi viaje con el Mariachi culmina con un contrato para una serenata. Ya es noche, pero mis nuevos amigos Mariachi parecen no mostrar signos de fatiga, aunque si se escucha un fuerte ruso: uno de ellos se quedó dormido, pero los otros me dicen que está "revisando las partituras". Nos acercamos a la casa con paso ligero. Los perros ladran a riesgo de sospechar a la dama y así estropear la sospresa. Por suerte ella no se despierta. Cuando el grupo se coloca debajo de la ventana, el sonido de la primera pieza (Las Mañanitas) rompe el silencio de la oscuridad. Los perros se unen al sonido ululando desafinadamente y comienza la fiesta. La muchacha mira sospresa por la ventana, luego baja, abraza a su hombre y lo besa amorosamente. Los perros ladran más fuerte .. Tal vez a una muchacha italiana estas canciones no le pareciera adecuadas para un momento romántico, pero observando las expresión de la chica mexicana, yo apostaría que la serenata fue un éxito!



MARIACHI SE NACE: sin duda algo que realmente me llamó la atención es la solidaridad que existe entre el Mariachi, no sólo dentro del mismo grupo, sino también entre diferentes formaciones. Estos músicos comparten el tiempo, el calor del asfalto de la calle, la pérdida de voz, el cansancio, las interminables esperas, los largos viajes.. entre el Mariachi no se nota un espíritu maligno de competencia comercial, sino un orgullo de una ética de vida y de honor. De hecho Mariachi se nacen!

INFORMACIÓN HISTÓRICA: el lugar de origen del Mariachi es todavía tema de debate, y la competencia se disputa entre Ciudad de México y Guadalajara, Jalisco. Inicialmente, en la segunda mitad del 800, la formación típica del mariachi era un trío de cuerdas, por lo general violín,
vihuela e guitarrón; y luego se les unieron instrumentos como arpa y guitarra fhasta el día de hoy con formaciones de 7 a 12 elementos y la intromisión de instrumientos de viento. Incluso el traje ha sido objeto de cambios significativos en el estilo, comenzando por el clásico sombrero y poncho al típico "charro" con uniforme negro o blanco.

VERSIONE IN ITALIANO
ENGLISH VERSION COMING SOON!!


Ringraziamenti: Grupo Mariachi Aztahuacan, Sergio Inurrigarro (Asociacion Pro-Cultura de Mezcal), Fortino Hernandez, Mayra Crosshwaytt.

 
 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Versión en español
I MARIACHI
: l'icona musicale del Messico famosa in tutto il globo.
Durante il mio pellegrinaggio in questa meravigliosa terra, era tra i miei desideri più forti, entrare nel cuore del loro fantastico mondo, fatto di infinite suonate, talvolta stonate, dense di "boria" e clima festoso, ma anche di sacrificio e dedizione.


L'ANTEFATTO: a farmi assaporare la vera vita di un Mariachi è il gruppo Aztahuacan, che ho conosciuto grazie ad alcuni amici messicani che, per celebrare il mio compleanno (vedi qui), lo ingaggiarono per suonarmi le tipiche canzoni adatte all'occasione.
L'animo nobile e accogliente che contraddistingue ogni vero mariachi, ha fatto in modo che da "vittima" diventassi in breve tempo "complice" delle loro scanzonatore musicali, regalandomi un posto all'interno del leggendario furgone, usato per muoversi all'nterno del caotico D.F. (Districto Federal - Ciudad de Mexico) per adempiere ai numerosi ingaggi. Un'esperienza davvero unica e rara!!


L'ANIMO MESSICANO: l'attività comincia durante la tarda mattinata e va avanti fino a notte fonda, senza sosta.
La concorrenza è tanta: esistono decine e decine di gruppi di Mariachi, che attendono, in Plaza Garibaldi o in altre zone del D.F., che arrivi la chiamata di un cliente.

In Messico, i pretesti per ingaggiare i Mariachi sono moltissimi, diciamo pure che ogni occasione è quella giusta: da una nascita ad un funerale, da un fidanzamento ad un divorzio, dal compleanno all'onomastico, dai festeggiamenti per la vittoria della squadra preferita al "festeggiamento" per la perdita della partita decisiva. Insomma, qui ogni episodio bello o brutto viene celebrato con i Mariachi.. quindi il lavoro non manca.

IL SEGRETO DEI MARIACHI: all'interno del furgone, tra un ingaggio e l'altro, i componenti del gruppo Aztahuacan mi svelano i segreti del loro mestiere. Mi colpisce molto la disponibilità nei miei confronti e l'entusiamo che dimostrano nel rispondere alle mie domande curiose. - «Il segreto sta semplicemente nel divertirsi! - Se noi ci divertiamo, l'emozione che trasmettiamo, per forza contagia il cliente che ci paga ed il successo è garantito». Più facile a dirsi che a farsi, perchè questo comporta che gli inevitabili momenti di stanchezza o di indisposizione, scompaiano al momento dell'esibizione. Il Mariachi deve apparire sempre allegro ed energico, è lo chamano della festa messicana.

LA SERENATA: tra matrimoni, compleanni e altre occasioni di festa, il mio viaggio con i Mariachi culmina con l'ingaggio per una serenata. E' notte fonda, i miei nuovi amici Mariachi non sembano dare segnali di stanchezza, sebbene uno russi rumorosamente, ma mi dicono che "sta ripassando le partiture". Ci avviciniamo con passo felpato alla casa della fortunata, guidati dal pretendente che le chiederà la mano. I cani circostanti abbaiano rischiando di far insospettire la donzella e rovinare così la sospresa. Per fortuna lei non si sveglia. Quando il gruppo si posiziona sotto la finestra, parte sonoro il primo pezzo (las mañanitas) spezzando la quiete delle tenebre. I cani circostanti si uniscono al suono ululando stonati e la festa ha inizio. La fanciulla si affaccia sospresa dalla finestra, poi scende,  abbraccia il suo cavaliere e lo bacia amorevolmente. I cani abbaiano ancor di più.. Forse una dama italiana non troverebbe queste canzoni adatte ad un momento romantico, ma dalle espressioni della ragazza messicana, potrei scommettere che la serenata ha avuto esito!


premi il tasto in basso a dx per i sottotitoli in italiano (a cura di Barbara di Fede)

MARIACHI SI NASCE: sicuramente un aspetto che mi ha colpito molto è la solidarietà che vige tra i Mariachi; non solo all'interno dello stesso gruppo, ma anche tra formazioni differenti. Questi musicisti condividono le intemperie, il caldo massacrante del cemento della strada, la perdita della voce, la stanchezza, le attese infinite, i lunghi viaggi.. tra i Mariachi non si avverte uno spirito maligno di concorrenza commerciale, ma un orgoglio di un'etica di vita e di onore. Del resto Mariachi si nasce, non si diventa!

INFORMAZIONI STORICHE: il luogo di origine di queste formazioni musicali è ancora motivo di dibattito; il primato viene conteso tra Città del Messico e Guadalajara, Jalisco. Inizialmente, nella seconda metà dell'800, la formazione tipica del Mariachi era un trio di corde, solitamente di violino,
vihuela e guitarrón; poi si sono aggiunti altri strumenti come l'arpa e la chitarra fino ad arrivare ai giorni nostri con formazioni che vanno da 7 a 12 elementi e l'intromissione dei fiati. Anche l'abito ha subito notevoli cambi di stile, partendo dal classico poncho con sombrero, fino al tipico stile "charro" (cavallerizzo) con divisa nera o bianca.

VERSIÓN EN ESPAÑOL
ENGLISH VERSION COMING SOON!!


Ringraziamenti: Grupo Mariachi Aztahuacan, Sergio Inurrigarro (Asociacion Pro-Cultura de Mezcal), Fortino Hernandez, Mayra Crosshwaytt.
 

 
 

Articolo (p)Link Commenti Commenti (2)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
10-08-2012 - Notizie da Corfu

Io e Diego ci separiamo un'altra volta.
Diego si dedicherà all'ultimo bell'equipaggio de "La Danse": un gruppo di sei donne salentine e un trevisano! Io invece prendo un traghetto con destinazione Saranda, e per quanche giorno mi inoltrerò in terra albanese alla ricerca di musicisti di tradizione da coinvolgere in "One Song 4 People".
In questa pillola potrete assaporare un po' di quello che abbiamo vissuto durante l'incontro a Corfu con i musicisti greci. Il primo frammento di suono è quello della "Musica Rebetika", la musica greca anarchica, un genere greco che sta a metà tra il tradizionale ed il folk moderno, una musica che nasce nei bassifondi delle città greche i cui testi parlano di passione e delitti. Il secondo frammento invece è l'energia che si è scatenata dall'unione musicale tra noi (Diego e io) e i musicisti greci. l'idea di "One Song 4 People" promette bene..



 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 

2-08-12 Notizie da Corfu (Grecia)

Io e Diego ci reincontrano dopo 10 giorni di distacco per motivi legati al progetto. Al ritrovo ovviamente si fa festa.. con il nuovo equipaggio!

clicca qui per scoprire "One Song 4 People"

 

 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
30-07-12. Notizie da Corfu (Grecia)

Mentre Diego torna in Italia per imbarcare il nuovo equipaggio, io ne approfitto per rimanere a Corfu e cercare i musici di questa zona. I contatti che avevamo nell'isola (Stefan e Basili) si mobilitano per aiutare la missione e in pochi giorni i musicisti di Corfu si mettono gentilmente a mia disposizione per mostrarmi la loro preziosa tradizione. In particolare Feñia, una ragazza musicista e danzatrice, si occupa di organizzarmi un vero full immersion nella musica greca: il martedi dà lezioni di danza tradizionale, il mercoledi ha le prove con il gruppo "Eña ke i varka deka" il venerdi suona ad una festa paesana che proseguirà fino alle quattro del mattino, il sabato mi porta ad una esibizione di vari gruppi di ballo provenienti da tutta la Grecia. Tra un viaggio e l'altro, attraversando in lungo e in largo la bellissima isola, mi fa ascoltare decine di pezzi, spiegandomene l'aspetto ritmico e la provenienza nella complessa mappatura greca.

 

La musica greca è molto complessa. Le sue origini si perdono tra sapori bizantini, arabi, turchi, europei. Per approfondire la sua conoscenza sarebbe necessario restare qui qualche anno, soprattutto per abituare l'ascolto a un "codie musicale" che è molto esotico per un orecchio occidentale. Gli strumenti sono antichi e tecnicamente molto complessi; il Kanonaki ad esempio, è uno strumenti simile al salterio o al dulcimer, ha 72 corde che possono essere tese per quarti di tono (durante l'esecuzione). Gli strumenti a corda sono predominanti, ma anche le percussioni hanno un ruolo decisivo e servono a scandire i complessi ritmi dispari e sincopati.

 
 
 
 
 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
23-07-12 notizie da Corfu (Grecia)

in questa pillola: i primi incontri musicali in Grecia, le attività ad Itaca, l'equipaggio de "La Danse", la prima separazione tecnica tra me e Diego. 

 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
19-07-12 - notizie da Itaca (Grecia)

Itaca rappresenta un traguardo, una meta leggendaria. Con questa impressione giunge a Itaca l'equipaggio de "La Danse". Tra le bianche vie di Itaca si trovano musicisti marinai e viaggiatori, gente isolana disponibile e sincera.

clicca qui per scoprire "One song 4 people"



 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (1)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
15-07-12 notizie da Paxos (Grecia)

finalmente ci siamo imbarcati con "La Danse", la barca a vela di "One Song 4 People", la stessa che ospiterà l'equipaggio multietnico di musicisti che stiamo cercando in questa prima fase del progetto.
Assieme a noi, il primo equipaggio che ha deciso di imbarcarsi per vivere una vacanza meravigliosa e allo stesso tempo sostenere "One Song 4 People". Un grazie a tutti loro.

clicca qui per conoscere "One Song 4 People"


 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (3)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
12-07-12 Notizie da Valona (Albania):

Riassunto della prima fase del viaggio in Montenegro e in Albania.
Ora si torna in Italia per riprendere il viaggio con "La Dans" la barca a vela di "One Song 4 People"

 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
12-07-12 notizie da Lezha (Albania)

Abbiamo appena varcato il confine albanese, ci fermiamo per una sosta.
Un incontro casuale ci inserisce subito nella tradizione musicale albanese. destino? fortuna? caso?



clicca qui per conoscere One Song 4 People

 
 
Articolo (p)Link Commenti Commenti (0)  Storico Storico  Stampa Stampa
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40

Iscriviti alla newsletter
chi sono


in questo momento
nuova consapevolezza


RAI DUE


RAI TRE


RAI TRE



il Libro


CD chitarra


CD HandPan


visit my handPan website


con il sostegno di






 



Ultimi commenti:
Ciao Nicola, grazie ...
29/06/2015 @ 10:39:23
Di Zu
Conosco questa canzo...
28/06/2015 @ 23:51:31
Di Nicola Scarpel
DOCUMENTARIO BELLISS...
16/05/2015 @ 18:56:14
Di b
Caro Zu , anche con ...
18/03/2015 @ 19:35:58
Di Adelina, Gianni
bravi!che possiate c...
16/03/2015 @ 10:26:20
Di gianfranco micarelli -scultore-
Grande Andrea!Ho app...
03/03/2015 @ 19:15:11
Di Diego
C'è tanto dentro que...
26/02/2015 @ 17:24:41
Di Stefania D.
Emozione.....tanta ....
26/02/2015 @ 17:23:23
Di Alida
aggiungerei anche il...
26/02/2015 @ 17:20:54
Di Tatiana M.
anche Giuliano Prepa...
26/02/2015 @ 17:20:30
Di Otello S.
chissà cosa ne pense...
26/02/2015 @ 17:19:52
Di Paolo
Guardo le foto e leg...
07/02/2015 @ 06:50:44
Di Mrisa
grazie meraviglioso ...
01/02/2015 @ 10:42:12
Di Francesca G.
How wonderful that y...
31/01/2015 @ 19:35:57
Di Lorie H.
Il caos di Jaipur cr...
31/01/2015 @ 19:33:49
Di Lara F.
Bravi! fate sentire ...
29/01/2015 @ 19:30:15
Di Adelina, Gianni
Veramente bello!!! C...
29/01/2015 @ 17:28:07
Di Lara
Sempre con un po' di...
25/01/2015 @ 01:23:33
Di Valerio
CIAO SONO NICLA VIAR...
24/01/2015 @ 06:26:16
Di NICOLA
...GRANDE Federico.....
23/01/2015 @ 06:57:17
Di sandro brunello
Ciao vagabondi, buon...
21/01/2015 @ 07:35:07
Di Robi e Anna
E' invidiabile e dev...
10/01/2015 @ 15:48:00
Di taddeo scalici
Parabéns, Andrea, me...
08/11/2014 @ 11:12:08
Di Valdeni
muy bueno andrea ya ...
08/11/2014 @ 11:11:38
Di Chelo
Che spettacolo, Zu!
08/11/2014 @ 11:11:21
Di Dimitri
tanto spessore dietr...
08/11/2014 @ 11:11:01
Di Andrea b.
Ecco! Fatto! Non let...
04/06/2014 @ 11:42:26
Di Isabella
ciao andrea, in prim...
01/06/2014 @ 12:12:21
Di Silvio Petrella
Ciao Zu, oggi in spi...
30/05/2014 @ 19:54:02
Di Fabiola de Marco
Professore,come prev...
20/05/2014 @ 17:35:32
Di Luca Sorriso Valvo


28/07/2015 @ 05.24.07
script eseguito in 47 ms


radio popolare la tribu