Cerca per parola chiave
 

homeprogettoviaggiatoredove sono sostenitoripillole contatti

Archivio Io Suono Italiano ?     archivio dal tango alla musica caraibica

Reportage BRASILE: Veneti in Brasile e Chamarrita Missionera - AUDIO -

09-06-2007

Eccomi qui in terra brasiliana, nuovo paese, nuova cultura, nuovo idioma e nuova musica. Tanta musica.

Da Assuncion ho raggiunto Posada (Argentina), dove mi sono fermato una notte; attraversato il grande Rio Uruguay, che oltre ad essere un fiume è un confine, ho raggiunto Santo Angelo, prima tappa brasiliana nella regione di Missione a Rio Grande do Sul (estremo sud del Brasile).

Varcato il confine, le immagini che mi si proponevano dai finestrini dell'autobus, che in questo caso sembravano grandi schermi televisivi, mostravano con i loro colori paesaggi sconfinati che declamavano senza alcuna timidezza l'immensità di questo paese in un'esplosione di natura.

Santo Angelo è una località che conta 80.000 abitanti ed è la capitale della musica missionera. Ad aspettarmi ci sono Claudette e Victor Boff. Il contatto l'ho avuto tramite l'amico di Vittorio Veneto, Carlo De Poi. Claudette ha origini di Cison di Valmarino ed è una professoressa universitaria di storia dell'arte, Vicotor ha origini bellunesi, è medico ed appassionato di musica missionera. Avevo già sentito parlare dell'ospitalità brasiliana ed incontrando queste due persone, non posso fare altro che confermare la gentilezza, la cordialità e l'accoglienza per lo straniero, che caratterizza questa bella gente. Claudette e Victor, oltre ad ospitarmi nella loro grande casa per tutta la mia permanenza con ogni genere di comodità, hanno organizzato minuziosamente incontri con musici missioneri, interviste a radio e periodici, incontri con italiani e... aborigeni (nel prossimo post racconterò della mia esperienza tra gli indios guarani, della loro vita e della loro musica).

Sebbene mi trovi in Brasile, in questa zona l'influeza argentina, uruguaya e paraguaya è ancora forte: qui si beve lo Shimarrão che sarebbe il corrispondente Mate argentino però con un'erba dal gusto più soave. Fuori dai centri abitati molti pascoli domati dai Gauchos, che sono diversi da quelli argentini solo nell'abbigliamento (vedi articolo: fiera de los gauchos). La carne è ancora buona e Victor è un ottimo cuoco; il suo piatto forte è il Churrasco, che sarebbe la Parrilla argentina.

L'unione e l'affinità com le terre confinanti è confermata anche dalla musica. Marco Augusto Munchen (un chitarrista missionero) dice che la musica missionera più che riferirsi ad un genere musicale si riferisce ad un'area musicale, che comprende tutto il Rio grando do Sul ed in particolare la zona di Missione, ma ingloba visibili influenze della musica del litorale argentino e uruguayo, della quale ho scritto nei post precedenti, e la cultura Guarani è presente in modo consistente anche qui. Augusto spiega anche che, sebbene si parli di una musica “universale” di queste parti, lo stile del musico missionero è ben riconoscibile da quello limitrofo e dona così alla musica missionera, un'identità ben specifica.
A Santo Angelo ho fatto visita all´Associazione Missionera della Etnia Italiana (AMEI). Il presidente Ivan Barrachini e tutti i soci mi hanno invitato ad una cena nel bell'edificio sede dell'associazione, costruito 18 anni fa con il contributo gratuito di tutti i soci. I partecipanti alla festa sono tutti discendenti di italiani, sopratutto veneti, ma non c'è nessuno che sia nato in Italia. Il presidente mi spiega che in questa zona del Brasile la maggiorparte degli italiani fa parte della terza o quarta generazione. Non manca comunque chi mi parla in dialetto, ricordando le parole dei nonni o dei genitori. Dopo cena si è esibito il coro AMEI diretto da Irmano Bruno, che legge le note da un libricino il cui titolo mi crea un po' di mainconia: "Ricordi d´Italia". Anche in questo caso l'accoglienza è stata calorosa. Sono stato trattato come un re, ho scattato mille foto e scambiato qualche parola più o meno con tutti i partecipanti, in una lingua che sta ai confini con italiano, portoghese, spagnolo e dialetto veneto. L´importante è capirsi.

Il pezzo che metto qui sotto è una Chamarrita Missionera (per la chamarrita vedi articolo: Chiama Rita a Concepción cliccando su "storico") è suonata da Marco Augusto Munchen alla chitarra, José Luiz Scheis alla gaita, Edison Grabin al basso. Sono tre musicisti gauchos di Santo Angelo. Il pezzo si intitola Recuerdos Costeros di José Luis Vilela e Cenair Maica. Gli strumenti utilizzati sono quelli tipici del genere litorale. L´acordeon da queste parti viene chiamato Gaita. Il testo della canzone è un valido esempio della tematica del genere missionero che si riferisce alla vita del los gauchos in relazione ai paesi confinanti: Nasci num catre de vento e com o vento me criei meu rumo e remo a tracei emparelhando horizontes. Sono nato in un letto di vento e con il vento mi sono cerato, il mio cammino a remi terminó accoppiando orizzonti. Gli orizzonti sarebbero quelli di Argentina e Brasile uniti dal Rio Uruguay. Il pezzo parla di un gaucho costero che attraversa il confine argentino per portare merce da vendere in Brasile.

Ringraziamenti: Claudette e Victor Boff, la direttora accademica de la universidad de Santo Angelo, Jerson Fontana, Luis Octavio, tutti i soci dell´associazione AMEI, Radio Santo Angelo, Fatima Cattani del Jornal das Missões, il giornalista Cristiano Devicari, principessa Casarotto Alessandra, tutti gli amici di Santo Angelo.
Per altre foto / para ver outros fotos / para ver otras fotos:  http://www.flickr.com/photos/ilcamminodellamusica/
Per vedere gli articoli precedenti clicca su "storico" / para ver outros artigos clica "STORICO" / Para ver otros articolos "STORICO".

Articolo Articolo Commenti Commenti (2) Storico Storico Stampa Stampa

Iscriviti alla newsletter
chi sono


in questo momento
decisamente controcorrente



RAI DUE


RAI TRE


RAI TRE


RAI KILIMANGIARO


il Libro


CD chitarra


CD HandPan

.


.

visit my handPan website




Con il sostegno di





 



Ultimi commenti:
Ciao,la canzone del ...
04/01/2018 @ 18:49:31
Di Zu
Ciao Alyssa. Si, è m...
07/07/2016 @ 11:35:11
Di Andrea Gorgi ZU
Semplicemente avvolg...
08/05/2016 @ 22:36:32
Di Alyssa
Ciao Elena. Grazie p...
17/01/2016 @ 05:42:38
Di Andrea Gorgi ZU
Il veneto non è un d...
11/01/2016 @ 11:01:00
Di elena
hehe! ma quelle imma...
12/08/2015 @ 11:45:46
Di Zu
sicuramente un filma...
12/08/2015 @ 08:10:26
Di roby boscarin
Ciao Nicola, grazie ...
29/06/2015 @ 10:39:23
Di Zu
Conosco questa canzo...
28/06/2015 @ 23:51:31
Di Nicola Scarpel
DOCUMENTARIO BELLISS...
16/05/2015 @ 18:56:14
Di b
Caro Zu , anche con ...
18/03/2015 @ 19:35:58
Di Adelina, Gianni
bravi!che possiate c...
16/03/2015 @ 10:26:20
Di gianfranco micarelli -scultore-
Grande Andrea!Ho app...
03/03/2015 @ 19:15:11
Di Diego
C'è tanto dentro que...
26/02/2015 @ 17:24:41
Di Stefania D.
Emozione.....tanta ....
26/02/2015 @ 17:23:23
Di Alida
aggiungerei anche il...
26/02/2015 @ 17:20:54
Di Tatiana M.
anche Giuliano Prepa...
26/02/2015 @ 17:20:30
Di Otello S.
chissà cosa ne pense...
26/02/2015 @ 17:19:52
Di Paolo
Guardo le foto e leg...
07/02/2015 @ 06:50:44
Di Mrisa
grazie meraviglioso ...
01/02/2015 @ 10:42:12
Di Francesca G.
How wonderful that y...
31/01/2015 @ 19:35:57
Di Lorie H.
Il caos di Jaipur cr...
31/01/2015 @ 19:33:49
Di Lara F.
Bravi! fate sentire ...
29/01/2015 @ 19:30:15
Di Adelina, Gianni
Veramente bello!!! C...
29/01/2015 @ 17:28:07
Di Lara
Sempre con un po' di...
25/01/2015 @ 01:23:33
Di Valerio
CIAO SONO NICLA VIAR...
24/01/2015 @ 06:26:16
Di NICOLA
...GRANDE Federico.....
23/01/2015 @ 06:57:17
Di sandro brunello
Ciao vagabondi, buon...
21/01/2015 @ 07:35:07
Di Robi e Anna
E' invidiabile e dev...
10/01/2015 @ 15:48:00
Di taddeo scalici
Parabéns, Andrea, me...
08/11/2014 @ 11:12:08
Di Valdeni


19/08/2018 @ 02.30.25
script eseguito in 62 ms


radio popolare la tribu