Cerca per parola chiave
 

homeprogettoviaggiatoredove sono sostenitoripillole contatti

Archivio Io Suono Italiano ?     archivio dal tango alla musica caraibica

Reportage ARGENTINA: Vecchia canzone veneta - AUDIO -


Visita al circolo italiano di Cordoba. Ad invitarmi, Yolanda, amabilissima signora di origini veneziane che coordina il circolo.  All’entrata del bell’edificio, situato nel centro della città, sono stato subito accolto dall’aria di casa: in un grande stanzone tutto fumoso, due tavoli rotondi occupati da dei seri giocatori di... scopa. Silenzio assoluto e concentrazione: “Guai ad interrompere il gioco” mi raccomanda Yolanda. I giocatori non si scompongono, si limitano a lanciarmi un’occhiata e a rimandare a dopo i convenevoli, prima bisogna finire la partita. La stessa atmosfera che ho spesso trovato in molte osterie della mia città.

Andiamo allora in un’altra stanza e mano a mano arrivano le persone che Yolanda ha deciso di farmi incontrare. Tra questi c’è il signor Giuseppe Venturi, nato a Castelfranco il 1935, emigrato in Argentina nel 1951 alla ricerca di fortuna. Fuma molto. Racconta di aver abbandonato un’Italia povera e devastata dalla guerra: in dialetto, mi racconta un po’ della sua vita argentina, mi dice di ritenersi ormai totalmente radicato in questo paese, anche se spesso torna in patria per ritrovare i parenti rimasti, e che non tornerebbe a vivere in Italia, perché non ne sente molto la mancanza, ormai si sente parte integrante di questo paese e dice di star bene. “Tanto tutto il mondo è paese e si sta più o meno bene da tutte le parti”. Mi racconta dei momenti terribili passati qui in Argentina, quando è stato sequestrato dall’esercito rivoluzionario popolare (ERP) per 48 lunghi, interminabili giorni. Mi confessa di non aver subito nessuna violenza fisica, ma molta sofferenza psicologica.

Cambiamo discorso parlando un po’ di musica e gli ritorna il sorriso; con la mente viaggia indietro nel tempo a quando “se andava a filò”, ossia quando ci si riuniva con la famiglia e gli amici nella stalla, la parte più calda della casa, e qui si passava la sera in compagnia a raccontarsi storie e a cantare. Tra tutte le canzoni venete che mi ha canticchiato con la sua voce profonda, ce n’è una talmente antica che conserva un dialetto arcaico ormai in via di estinzione. Si chiama “A Mansoeta”. Giuseppe, Bepi per gli amici, mi scrive il testo in un pezzo di carta, e poi si offre volontario per cantarmela, affatto imbarazzato dalla presenza scomoda del microfono del mio registratore digitale, che mi sta dando grosse soddisfazioni. Provate voi a tradurla in italiano:

 
Mansoeta aonde situ ca ta ciamo e no ta raspondi.
Situ in eto cata aromi o me ghetu sbandona’
Le to letare i to litrati infima a napa i go slanfai
Ma sta verta co coa e pai alora si te sposaro´
(MP3 in fondo)
 
Altro incontro interessante, il signor Franco Lemmi, classe 1930; mi dice che gli italiani sono il popolo più amato nel mondo perché sono dappertutto; pensa che l’Italia, avendo acquisito durante la storia le diverse influenze culturali dei vari imperi che l’hanno controllata, abbia creato una cultura “universale” che tutti ci invidiano, e per questo possiamo andare in tutto il mondo, e siamo ben accetti. Mi dice anche che la musica e la tradizione italiana continueranno a mantenersi qui: “Solo finché noi saremo vivi” poi scomparirà, perché le nuove generazioni nate in Argentina, giustamente sono e si sentono argentine.

Io, devo dire, nei miei incontri non ho avuto la stessa impressione; molti amici che mi hanno accolto e seguito durante il mio cammino musicale, discendenti d’immigrati italiani, sono attivi nella promozione e nel mantenimento della tradizione italiana e tutti hanno una gran voglia di conoscere quella che ritengono una seconda casa.


Un ringraziamento particolare al Coro Veneto di Cordoba e a Mauro Salvadori, che mi ha lasciato delle registrazioni. Tenore dal ricco curriculum, si impegna ad organizzare e a partecipare ad iniziative culturali a sfondo italiano e racconta di aver perso la voce per l’emozione di esser tornato a casa, quando fu invitato a cantare a Roma. Grazie soprattutto a German Alberti Andreatta che mi ha sopportato e scarrozzato per tutta Cordoba.

Articolo Articolo Commenti Commenti (7) Storico Storico Stampa Stampa

Iscriviti alla newsletter
chi sono


in questo momento
decisamente controcorrente



RAI DUE


RAI TRE


RAI TRE


RAI KILIMANGIARO


il Libro


CD chitarra


CD HandPan

.


.

visit my handPan website




Con il sostegno di





 



Ultimi commenti:
Ogni volta che sto p...
13/05/2018 @ 13:45:06
Di Diego
e veramente stupendo...
23/01/2018 @ 00:54:50
Di marco
Ciao,la canzone del ...
04/01/2018 @ 18:49:31
Di Zu
Ciao Alyssa. Si, è m...
07/07/2016 @ 11:35:11
Di Andrea Gorgi ZU
Semplicemente avvolg...
08/05/2016 @ 22:36:32
Di Alyssa
Ciao Elena. Grazie p...
17/01/2016 @ 05:42:38
Di Andrea Gorgi ZU
Il veneto non è un d...
11/01/2016 @ 11:01:00
Di elena
hehe! ma quelle imma...
12/08/2015 @ 11:45:46
Di Zu
sicuramente un filma...
12/08/2015 @ 08:10:26
Di roby boscarin
Ciao Nicola, grazie ...
29/06/2015 @ 10:39:23
Di Zu
Conosco questa canzo...
28/06/2015 @ 23:51:31
Di Nicola Scarpel
DOCUMENTARIO BELLISS...
16/05/2015 @ 18:56:14
Di b
Caro Zu , anche con ...
18/03/2015 @ 19:35:58
Di Adelina, Gianni
bravi!che possiate c...
16/03/2015 @ 10:26:20
Di gianfranco micarelli -scultore-
Grande Andrea!Ho app...
03/03/2015 @ 19:15:11
Di Diego
C'è tanto dentro que...
26/02/2015 @ 17:24:41
Di Stefania D.
Emozione.....tanta ....
26/02/2015 @ 17:23:23
Di Alida
aggiungerei anche il...
26/02/2015 @ 17:20:54
Di Tatiana M.
anche Giuliano Prepa...
26/02/2015 @ 17:20:30
Di Otello S.
chissà cosa ne pense...
26/02/2015 @ 17:19:52
Di Paolo
Guardo le foto e leg...
07/02/2015 @ 06:50:44
Di Mrisa
grazie meraviglioso ...
01/02/2015 @ 10:42:12
Di Francesca G.
How wonderful that y...
31/01/2015 @ 19:35:57
Di Lorie H.
Il caos di Jaipur cr...
31/01/2015 @ 19:33:49
Di Lara F.
Bravi! fate sentire ...
29/01/2015 @ 19:30:15
Di Adelina, Gianni
Veramente bello!!! C...
29/01/2015 @ 17:28:07
Di Lara
Sempre con un po' di...
25/01/2015 @ 01:23:33
Di Valerio
CIAO SONO NICLA VIAR...
24/01/2015 @ 06:26:16
Di NICOLA
...GRANDE Federico.....
23/01/2015 @ 06:57:17
Di sandro brunello
Ciao vagabondi, buon...
21/01/2015 @ 07:35:07
Di Robi e Anna


24/10/2018 @ 01.41.10
script eseguito in 63 ms


radio popolare la tribu