Cerca per parola chiave
 

homeprogettoviaggiatoredove sono sostenitoripillole contatti

Archivio Io Suono Italiano ?     archivio dal tango alla musica caraibica

Reportage FRIULI: Il suono tradizionale del Friuli

A chi non gli piace la musica e le donne, bruciargli la casa!!

Era da tempo che sentivo parlare di lui; quando facevo il suo nome davanti ai musicisti friulani, tutti muovevano la testa verso l’alto esclamando «ahhhh!!! Lisooo!», come se di lui sapessero tutto e lo conoscessero da una vita. In effetti è un po’ così, Andrea del Favero (vedi “Musica Friulana”) più volte mi ha detto «è il maestro di tutti noi». Liso Iussa, 85 anni e una vitalità da ventenne, è uno dei cardini della musica tradizionale friulana odierna. Suona l’organetto, che qui si chiama armonica diatonica (vedi foto) uno degli strumenti più tipici della zona assieme a liron e chitarra. Per raggiungerlo, io, Andrea, Dario Marusic un violinista istriano e Angelico Piva (vedi “Musica Friulana”) attraversiamo il Tagliamento passando così alle terre della sua sinistra, lasciandoci alle spalle Cividale del Friuli ed entrando in quel lembo di terra denominato Slavia, luogo di episodi storico politici che nel tempo hanno costruito interessanti sincretismi culturali e quindi musicali. Qui si parla oltre al friulano un dialetto sloveno.

Arriviamo a casa sua dove ci accoglie la moglie, c’è un odore tipico di case vecchie di montagna. In cucina al caldo del caminetto c’è Liso che ci aspetta. Sa che ci sarà un tale veneto che viene per registrare e allora si sforza a parlare italiano. Avrei preferito che non lo facesse. Il suo organetto sta proprio vicino a lui, già fuori dalla custodia in attesa di essere “indossato”. È personalizzato con il suo nome. Pochi istanti dopo Liso sta già suonando e tra una canzone e l’altra racconta barzellette e aneddoti che gli sono capitati da giovane, scapicollando tra italiano e friulano. Il suo motto principe lo conoscono tutti «A chi non gli piace la musica e le donne, bruciargli la casa».

Quando suona Liso, tutti sono in atteggiamento di devozione e rispetto; Andrea mentre l'ascolta assume la stessa espressione di quando suona, mi dice che «più che suonare Liso swinga». Tutti loro scommettono: «riusciremmo a riconoscere il modo di suonare di Liso fra decine di organettisti». Angelico accenna un canto sopra le sue note ed ogni tanto anche Liso canta con lui. Hanno suonato per molto tempo assieme «Un giorno per caso l’ho sentito suonare, gli ho chiesto se voleva formare un gruppo, lui ha accettato subito dicendo che conosceva anche un amico che suonava il basso (Roberto Tonutti)» Subito fecero una incisione in una trattoria vicino a casa sua, dove servivano solo pastasciutta, poi da li comincia l’attività musicale dei “Bintars”. Liso è considerato l’anello di congiunzione tra Slovenia e Italia, insieme ad Angelico andava in Slovenia a portare ai fabbricanti pezzi per costruire le armoniche per loro e per gli sloveni per accelerare i lavori di consegna, rischiando di avere molti problemi alla dogana. Uno dei suoi primati è di aver colorato il mantice dell’armonica. «Prima era solo grigio, a me non piaceva, così l’ho dipinto con i colori della bandiera italiana e ho dato via ad una moda». Quando stavamo per andarcene, mi confessa che vorrebbe suonare tutti i giorni, ma le mani non sono più quelle di una volta.

È stato bello ed importante avere questa opportunità, penso che persone come Liso rappresentino delle roccaforti della musica tradizionale e del sapere popolare, dalle quali attingere informazioni preziose e antiche emozioni.

Ringraziamenti: Andrea del Favero, Angelico Piva e sua moglie, Dario Marusic, Liso Iussa e sua moglie, tutti i musici presenti all’enoteca “La torre orientale” di Spilimbergo.

Il pezzo che metto qui sotto è uno tra i preferiti da Liso Iussa. S'intitola “Valzer di Napoleon” canto e ballo tradizionale. Si narra che lo cantavano le truppe di Napoleone Bonaparte.

TI E' PIACIUTO QUESTO POST?  SI - NO

Articolo Articolo Commenti Commenti (0) Storico Storico Stampa Stampa

Iscriviti alla newsletter
chi sono


in questo momento
decisamente controcorrente



RAI DUE


RAI TRE


RAI TRE


RAI KILIMANGIARO


il Libro


CD chitarra


CD HandPan

.


.

visit my handPan website




Con il sostegno di





 



Ultimi commenti:
Ciao,la canzone del ...
04/01/2018 @ 18:49:31
Di Zu
Ciao Alyssa. Si, è m...
07/07/2016 @ 11:35:11
Di Andrea Gorgi ZU
Semplicemente avvolg...
08/05/2016 @ 22:36:32
Di Alyssa
Ciao Elena. Grazie p...
17/01/2016 @ 05:42:38
Di Andrea Gorgi ZU
Il veneto non è un d...
11/01/2016 @ 11:01:00
Di elena
hehe! ma quelle imma...
12/08/2015 @ 11:45:46
Di Zu
sicuramente un filma...
12/08/2015 @ 08:10:26
Di roby boscarin
Ciao Nicola, grazie ...
29/06/2015 @ 10:39:23
Di Zu
Conosco questa canzo...
28/06/2015 @ 23:51:31
Di Nicola Scarpel
DOCUMENTARIO BELLISS...
16/05/2015 @ 18:56:14
Di b
Caro Zu , anche con ...
18/03/2015 @ 19:35:58
Di Adelina, Gianni
bravi!che possiate c...
16/03/2015 @ 10:26:20
Di gianfranco micarelli -scultore-
Grande Andrea!Ho app...
03/03/2015 @ 19:15:11
Di Diego
C'è tanto dentro que...
26/02/2015 @ 17:24:41
Di Stefania D.
Emozione.....tanta ....
26/02/2015 @ 17:23:23
Di Alida
aggiungerei anche il...
26/02/2015 @ 17:20:54
Di Tatiana M.
anche Giuliano Prepa...
26/02/2015 @ 17:20:30
Di Otello S.
chissà cosa ne pense...
26/02/2015 @ 17:19:52
Di Paolo
Guardo le foto e leg...
07/02/2015 @ 06:50:44
Di Mrisa
grazie meraviglioso ...
01/02/2015 @ 10:42:12
Di Francesca G.
How wonderful that y...
31/01/2015 @ 19:35:57
Di Lorie H.
Il caos di Jaipur cr...
31/01/2015 @ 19:33:49
Di Lara F.
Bravi! fate sentire ...
29/01/2015 @ 19:30:15
Di Adelina, Gianni
Veramente bello!!! C...
29/01/2015 @ 17:28:07
Di Lara
Sempre con un po' di...
25/01/2015 @ 01:23:33
Di Valerio
CIAO SONO NICLA VIAR...
24/01/2015 @ 06:26:16
Di NICOLA
...GRANDE Federico.....
23/01/2015 @ 06:57:17
Di sandro brunello
Ciao vagabondi, buon...
21/01/2015 @ 07:35:07
Di Robi e Anna
E' invidiabile e dev...
10/01/2015 @ 15:48:00
Di taddeo scalici
Parabéns, Andrea, me...
08/11/2014 @ 11:12:08
Di Valdeni


25/06/2018 @ 06.27.27
script eseguito in 47 ms


radio popolare la tribu