Cerca per parola chiave
 

homeprogettoviaggiatoredove sono sostenitoripillole

Archivio Io Suono Italiano ?     archivio dal tango alla musica caraibica

Reportage VENEZUELA: Merengue e Joropo andino - AUDIO e VIDEO -

22-10-2007
Il cammino della musica prosegue per Merida, bellissima città coloniale capoluogo dell`omonimo stato venezuelano situato all'inizio (o alla fine) della Cordigliera Andina. Paesaggi e fisionomia delle persone sono totalmente differenti da tutto ciò che ho visto e visitato fin'ora. Tra le vette di queste montagne imponenti si trovano bellissimi quanto improbabili paesini arrocati sulle rocce, dove il folclore e la musica tradizionale sono ancora molto forti.
In questa Regione sono venuto alla ricerca più che dalla sua musica dello strumento che più lo identifica: il violino. Insieme ad arpa, cuatro, maracas, bandolina, rayo, bumbac, il violino completa la panoramica degli strumenti più rappresentativi del Venezuela. Nonostante l`importanza di questo strumento in questa zona, trovarne uno non è stato poi così facile. A Merida, per una serie di sfortunate coincidenze, non ho avuto modo di incontrare i pochi contatti che avevo. Ho dovuto così muovermi alla ricerca dello strumento in altri paesini distanti dalla città (non che mi sia dispiaciuto farlo). La ricerca quindi comincia nel pueblito di Tabai, a una ora da Merida: il piccolo e grazioso paesino ha in programma per la sera un concerto campesino al quale mi ha invitato ad assistere l`assessore alla cultura di Tabai, Hector Arianna. "Suoneranno tre gruppi locali, con violino ovviamente". Arrivo così a Tabai nel mezzo di un caldo pomeriggio. Nella piazza Simon Bolivar (tutte le città del venezuela hanno una piazza così chiamata) la voce di uno degli organizzatori avverte interminabilmente, con un megafono, gli abitanti del piccolo pueblito dell`avvenimento della serata, ed invita tutti a parteciparvi. Chiedo a Hector per quale motivo sia necessario reiterare così tanto tale avviso, considerate le minuscole dimensioni del pueblito, ed il fatto che le locandine sono appese dappertutto. "I campesini  sono molto timidi e riservati ed è difficile raggrupparli per assistere ad un concerto... se non facciamo così va a finire che si sparpagliano tutti nella piazza e lasciano i posti preparati davanti al palco vuoti". Il concerto dovrebbe cominciare alle sette, ma a quell`ora nessun gruppo si è ancora presentato. "È normale!" mi avverte Hector "I musici campesini, non si considerano dei veri musici. Lo fanno così per passatempo, e per loro suonare in un concerto non è un avvenimento tanto importante, e così venire o no è la stessa cosa... Una volta ho organizzato un concerto al quale dovevano partecipare sette gruppi; alla fine hanno suonato tutti, ma sono arrivati in extremis". Questa volta però le cose andranno diversamente: di tre gruppi se ne presenterà uno solo e.. senza violino. Hector non sembra per nulla preoccupato, si limita solo a fare una smorfia di leggera rassegnazione. Il gruppo arrivato è "Los Azabaches" (Azabache è un amuleto che viene dato ai bambini per difenderli dal malocchio); in due minuti montano gli strumenti e sono pronti per suonare. Manca però el maraquero, che è in ritardo. Hector chiede loro di cominciare ugualmente perchè il pubblico comincia a spazientirsi. Comincia così il concerto con la formazione incompleta, il maraquero arriverà poco dopo e si introdurrà nel suono con aria totalemente indifferente. Non hanno il violino, ma suonano la musica tipica di queste parti: il Merengue Campesino (ascolta il collegamento con Radio Vita alla Puntata N. 28) con due chitarre, cuatro, charranga e maracas. La partecipazione del pubblico è entusiasmante. Tutti ballano, cantano ed esultano in una atmosfera di vera festa paesana. Mi chiedo dove sia nascosta la timidezza di cui mi parlava Hector. Alle dieci il gruppo finisce di suonare, ma la folla esulta e pretende i bis.
La ricerca continua per un altro paesino improbabile del Estado di Merida, chiamato Chiguarà, dove è previsto un grande concerto in occasione della "Feira de los sueños" (festa dei sogni). Si esibiranno gruppi locali ed internazionali. Nel giorno che segue il concerto, incontro uno dei gruppi campesini, però anche in questo caso il violinista è misteriosamente scomparso. Poco male, conosco Elio, chiamato El Grillo, campesino, compositore e coplero che con il suo gruppo mi suona un paio di Merengue venezuelani e guarachas (genere colombiano). Poi una magnifica canzone campesina che è possibile ascoltare alla 28ª puntata di radio Vita.
 
Il  terzo tentativo è a San Raffael del Paramo de Mucuchie, paesino andino situato a 3142 metri sopra il livello del mare, la città più alta del Venezuela, un posto incantevole. L`aria è fresca e rarefatta, il paesaggio incantato e il popolo ha carnaggione olivastra e nasi grandi. Il nome "Mucuchie" deriva dall`etnia indigena che abitava la zona del fiume Chama. Incontro il "Grupo Folklorico San Rafael del Pàramo" che mi accoglie con gentilissima riverenza nella bella sede del gruppo: una casina in legno e mattoni con muri spessi più di mezzo metro, tipica di un paesaggio montano. Sulle pareti sono appesi tutti gli strumenti venezuelani e finalmente... il violino!!Il gruppo composto da Isaac Milano Ramirez (violino), Manuel Torres Castillo (cuatro), Johandry Lacruz Moreno (chitarra), Antony Castillo Santiago (maracas, tambor) Edwin Montilva Sulbaran (direttore), indossa abiti d'epoca, "I vestiti di quando i nostri nonni andavano alla chiesa la domenica". Passiamo tutta la serata insieme. Mi spiegano a suon di musica i ritmi delle canzoni folkloriche di San Rafael, il più delle volte utilizzate per celebrare festività e santi cristiani.
 

 


La canzone nel video qui sopra è intitolata "El Tropezon" e si tratta di un Joropo Andino che viene suonato in occasione de "La vuelta del Gallo" una danza e una festa tradizionale pagana del Estado Merida che imita il corteggiamento del gallo. Il Joropo Andino differisce da quello Llanero (vedi post: Il grido della musica) in quanto sostituisce l`arpa con il violino. Il genere arriva dalla zona llanera alla zona andina, grazie agli scambi commerciali del passato tra lo stato di Merida e il confinante Barina (vedi mappa Venezuela ). 
L`MP3 qui sotto è un Merengue Venezuelano intitolato "Baile de la Reina", interpretato dal Gruppo Folklorico San Rafael del Paramo. Questo pezzo è comunemente suonato in occasione di una festa che celebra San Benedetto del Moro, il Santo a noi familiare, protettore degli schiavi. Tra tutte le feste, questa è la più importante e con la quale si esprime meglio l`anima musicale di San Rafael. È chiamata "Los giros de San Benito de Palermo", cade la seconda domenica di gennaio con processioni musicali per tutto il paesino. Viaggiando per il Latino America, molte volte ho incontrato generi e manifestazioni musicali associate al culto di San Benedetto, per il quale molti fedeli fanno una "promessa al Santo", che viene pagata con una festa (vedi ad esempio post Bumba meu boi). Presenta: Isaac Milano Ramirez. 

Il Merengue è un genere originario Della Repubblica Dominicana, nato intorno alla metà del XIX sec. dal risultato dell`influenza della cultura spagnola con quella afroamericana. È però molto difuso in tutto il Centro America e in Venezuela, Colombia, Ecuador, Panama. In Venezuela questo genere assume inoltre sfumature differenti in base alla zona dove viene suonato. All`isola Margarita per esempio viene suonato con un ritmo di 5/8 e con bandolina, cuatro, maracas, tambor. Qui a Merida ho trovato un Merengue suonato in 3/8 con due chitarre, guiro, cuatro, maracas, tambor. Il Merengue cosiddetto "Campesino" deriva dalla musica dell`alta società, riadattata dai campesini con strumenti, linguaggi, testi e cultura regionale propri. All`interno dello stesso Paese quindi possono esistere differenti tipi di Merengue. Solitamente, quando un genere subisce una trasformazione tale da fargli cambiare cellula ritmica, dovrebbe cambiare anche il nome. Il termine Merengue, quindi, in Latino America indica, più che un genere musicale, un'identità nazionale.


Per altre foto / Para ver outras fotos / Para ver otras fotos, CLICCA QUI. Per vedere gli articoli precedenti clicca su "STORICO" / Para ver outros artigos clica "STORICO" / Para ver otros articolos "STORICO"

 

 

 

Articolo Articolo Commenti Commenti (5) Storico Storico Stampa Stampa

 
at this moment

in fase prospettiva

ME

CV grafico

.
the show - lo spettacolo


prossimi spettacoli
CLICCA QUI PER I DETTAGLI

OTTOBRE
4 ottobre:
Mestre (VE)
10 ottobre: CaffeLarte (TV)
16 ottobre: Funzione Arte Neno Moretti (TV)
24 ottobre:
Biblioteca di Vedelago (TV)
26 ottobre: Grotte di Villanova (UD)
 


intervista RAI

vedi qui gli altri sevizi
RAI 2 - RAI 3

.
il mio libro


.
.
,
main sponsor

.


visit my handpan web site
 


il mio CD (audio-video)



ti piace il progetto?
si - no

.

intervista con Irene Pivetti


intervista in Lucania

Premio Globo Tricolore

voglio vivere così

FB Folk Bulletin

leggi la rassegna stampa

.

 



Ultimi commenti:
Ecco! Fatto! Non let...
04/06/2014 @ 11:42:26
Di Isabella
ciao andrea, in prim...
01/06/2014 @ 12:12:21
Di Silvio Petrella
Ciao Zu, oggi in spi...
30/05/2014 @ 19:54:02
Di Fabiola de Marco
Professore,come prev...
20/05/2014 @ 17:35:32
Di Luca Sorriso Valvo
bella serata, quella...
18/05/2014 @ 08:37:52
Di manu
Grazie Andrea per la...
15/05/2014 @ 17:09:35
Di tiziana
Ho iniziato a legger...
06/05/2014 @ 22:10:09
Di Elena
Caro Andrea, con la ...
05/05/2014 @ 22:05:50
Di Gianni e Adelina
ANDREA GIORGIO ZUIN ...
04/04/2014 @ 11:18:49
Di marijomauricea@hotmail.it
Risposta a ROSALBA: ...
08/03/2014 @ 00:22:09
Di Andrea
Ciao,ci siamo incont...
07/03/2014 @ 17:32:02
Di rosalba
molto interessante. ...
07/03/2014 @ 17:14:33
Di rosalba
É com orgulho que ve...
16/01/2014 @ 02:21:58
Di Cida Araújo
Andrea Gorgi Zuin no...
12/12/2013 @ 01:58:48
Di Iandra
Belo espetáculo, tot...
11/12/2013 @ 23:45:55
Di Helvecio
Ciao Andrea, ti augu...
30/11/2013 @ 21:25:32
Di Bepi
infatti lo sei, caro...
09/11/2013 @ 15:31:41
Di Andrea
Ogni volta che arriv...
09/11/2013 @ 08:41:39
Di robi e anna
buon viaggio ai tuoi...
14/10/2013 @ 00:37:44
Di paolo
Complimenti! Che béo...
16/08/2013 @ 17:25:41
Di Jo
Obrigado a voce vald...
08/08/2013 @ 16:02:26
Di Andrea Zuin
Obrigada Andrea!!! F...
06/08/2013 @ 01:21:21
Di Valdete Cordeiro
Voglio essere "Menin...
01/08/2013 @ 10:30:19
Di Carla
Bellissime! Una vera...
01/08/2013 @ 10:29:49
Di Sandra
Molto bello.
18/05/2013 @ 22:15:57
Di Daniele
Molto bello.
18/05/2013 @ 22:15:27
Di da I
não esqueçam ...venh...
28/04/2013 @ 17:41:22
Di Armando
Iria assistir esse e...
28/04/2013 @ 17:40:34
Di Talita
pezzo musicale fanta...
22/04/2013 @ 21:21:11
Di diego rizzo
Foi no domingo à noi...
26/03/2013 @ 21:50:06
Di BIA BARROS


22/10/2014 @ 9.57.06
script eseguito in 63 ms


radio popolare la tribu